HOME

SAGGI/ESSAYS

Terra contro Mare  

Terra contro Mare. Riflessioni sul Nuovo Ordine Mondiale a partire da Carl Schmitt 2016

Nel vasto arcipelago della produzione schmittiana, un angolo è rimasto finora relativamente inesplorato: quello del suo pensiero in materia di diritto internazionale. Eppure le teorie di Carl Schmitt sullo jus gentium non solo hanno influito profondamente sulla genesi della sua famosa dottrina sul rapporto fra politica e "nemico", ma hanno assicurato una legittimazione giuridica non trascurabile all`espansionismo hitleriano. Questo saggio ricostruisce criticamente l`«itinerarium mentis» che ha condotto il giurista di Plettenberg, a partire dalla sua autocoscienza di tedesco sconfitto e umiliato dai diktat di Versailles, a formulare dapprima una teoria dei "grandi spazi" come superamento degli Stati nazionali, e poi a costruire una filosofia della storia basata sulla contrapposizione fra Terra e Mare. Una visione, quella di Schmitt, centrata sull`odio nei confronti dei popoli marittimi anglosassoni e tendente a condannare senza appello liberalismo e democrazia, alla quale l`Autore oppone una antropologia relazionale, in cui l`«uomo della terra», ontologicamente radicato nella chiusura della Politica - e pertanto storicamente escludente e guerrafondaio - è destinato a essere trasceso e vinto dall`«uomo del mare», la cui apertura fondata sul Diritto si manifesta come universalismo includente e pacificante.

LEGGI          SCARICA

Acquista libro cartaceo su Amazon - Acquista ebook su Amazon

Acquista libro cartaceo su Ibs - Acquista ebook su Ibs

Acquista libro cartaceo su La Feltrinelli - Acquista ebook su La Feltrinelli

 

 

Ernst Fraenkel, l'opzione per la democrazia 2017

Ernst Fraenkel nacque nel 1898 da una famiglia della borghesia colta ebraico-tedesca. Inizialmente professò un marxismo eterodosso fino all'avvento del Terzo Reich, cui si oppose tanto nel suo ruolo ufficiale di avvocato lavorista, quanto e soprattutto pubblicando clandestinamente saggi e articoli che poi confluirono nel suo capolavoro "Il doppio Stato". Rifugiatosi negli Stati Uniti, scoprì gli aspetti positivi dell'«American way of life», aderendo pienamente ai princìpi della liberaldemocrazia pluralista e difendendoli fino alla morte, dopo il ritorno in patria, dagli attacchi dei contestatori sessantottini e dei loro "cattivi maestri", gli esponenti della Scuola di Francoforte. È oggi considerato il più grande politologo tedesco del XX secolo.

Dopo il crollo del Muro di Berlino e l'implosione dell'URSS la democrazia, apparentemente vincitrice del pluridecennale confronto e in espansione planetaria, ha in realtà conosciuto una profonda erosione dei propri contenuti e princìpi ispiratori; la ricostruzione critica della parabola umana e intellettuale percorsa da Fraenkel può rappresentare uno strumento di analisi utile a chi vuol comprendere i tempi di ferro e fuoco in cui viviamo.

LEGGI          SCARICA

Acquista libro cartaceo su Amazon - Acquista ebook su Amazon

Acquista libro cartaceo su Ibs - Acquista ebook su Ibs

Acquista libro cartaceo su La Feltrinelli - Acquista ebook su La Feltrinelli

 

 

Essere-con: filosofia delle forme relazionali. Scritti scelti 1999-2012 2017

I saggi contenuti in questa raccolta, pur diversi fra loro per estensione e per oggetto di analisi immediata, sono tutti accomunati da questa prospettiva teoretica: l’uomo non può essere indagato come un ente solitario, bensì sempre a partire dalla sua costitutiva relazionalità; relazionalità che si sviluppa secondo una pluralità di forme o “strutture” (Gestalten), ciascuna dotata di un suo ambito di estensione, di uno specifico principio costitutivo, di un diverso dinamismo aggregativo e di un particolare “dover-essere”.

Ciò comporta che tali modalità relazionali non siano equivalenti, ma che fra esse sussista una gerarchia: dalla dualità fondata sulla simpatia e cementata dalla lealtà, propria del rapporto amicale, all’identità sovraindividuale costituita dal bene comune e garantita dalla solidarietà fra i membri di una comunità lato sensu politica, fino all’universalità propria della relazione giuridica – riposante sulla uguaglianza ontologica di tutti gli individui umani, diffusiva e regolata dalla giustizia – e a quella della carità, che non discrimina alcun esistente nel suo dinamismo integrativo e rappresenta pertanto il vertice dell’umana capacità di relazione.

LEGGI          SCARICA

Acquista libro cartaceo su Amazon - Acquista ebook su Amazon                

Acquista libro cartaceo su Ibs - Acquista ebook su Ibs

Acquista libro cartaceo su La Feltrinelli - Acquista ebook su La Feltrinelli

 

 

 

Terra dei liberi. Perché l'America deve governare il mondo 2018

Da quando Cristoforo Colombo approdò sull’isoletta di Guanahani, fra Eurasia e America si è instaurato un processo di reciproca osmosi: mentre il Vecchio Mondo proiettava sul Nuovo i propri miti e le proprie utopie, quest’ultimo si poneva quale segno di contraddizione rispetto alle civiltà tradizionali ancora basate su feudalesimo e intolleranza. Il saggio analizza le cause materiali, culturali e teologiche alla base dell’emergere degli Stati Uniti d’America quale superpotenza globale, esamina le radici dell’odio diffuso di cui sono vittima, e traccia un quadro della missione alla quale essi sono chiamati: abbattere le vetuste sovranità etno-nazionali per costruire uno Stato mondiale fondato sui princìpi dell’economia di mercato e della democrazia liberale, unica forma di coesistenza in grado di tutelare l’uguale dignità di ogni individuo umano e di soddisfare la sete d’infinito che alberga nella sua natura.

LEGGI          SCARICA

Acquista libro cartaceo su AmazonAcquista ebook su Amazon

Acquista libro cartaceo su Ibs - Acquista ebook su Ibs

Acquista libro cartaceo su La Feltrinelli - Acquista ebook su La Feltrinelli

HOME